Espulso 20enne tunisino responsabile di diversi reati a Nardò

Il Questore di Lecce esegue il decreto emesso dal Prefetto

Nei giorni scorsi, durante i consueti controlli per la sicurezza pubblica nel centro cittadino di Nardò, è stato denunciato un 20enne tunisino responsabile di diversi reati. Successivamente, il Prefetto di Lecce ha emesso un decreto di espulsione nei suoi confronti, eseguito dal Questore della provincia di Lecce.

L’incidente è avvenuto nella zona della movida serale di Nardò, frequentata dai giovani del posto. Un gruppo di tunisini, tra cui un ventenne particolarmente aggressivo, ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine. Inizialmente, il giovane è stato segnalato per aver molestato una minore nei pressi della paninoteca “Il panino preferito” e per aver aggredito il proprietario dell’attività commerciale.

Successivamente, nei pressi di un bar nella stessa area, il giovane ha molestato un’altra minorenne. Intervenuti sul posto, i poliziotti hanno trovato l’uomo in possesso di un’arma da taglio. Senza fissa dimora e con precedenti di polizia, il tunisino è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico, percosse e porto abusivo di armi.

Considerato un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, il giovane è stato espulso dalla provincia di Lecce. L’ordine di espulsione è stato eseguito con accompagnamento alla frontiera.