Arresto a Lavello per resistenza a pubblico ufficiale

Inseguimento notturno si conclude con l’arresto di un 31enne

I Carabinieri di Lavello hanno arrestato un uomo di 31 anni per resistenza a pubblico ufficiale dopo un inseguimento. L’indagato è stato poi posto agli arresti domiciliari.

Durante la notte di domenica, nel contesto di intensificati controlli sul territorio lavellese, i Carabinieri della Stazione di Lavello hanno arrestato un uomo di 31 anni. L’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto si è verificato lungo la S.P. 48, dove i militari avevano stabilito un posto di controllo.

Al sopraggiungere di un’autovettura con due occupanti, i Carabinieri hanno intimato l’alt. Gli individui, ignorando l’ordine, hanno iniziato una fuga che ha causato un inseguimento di diversi chilometri. L’inseguimento si è concluso quando l’auto in fuga ha perso il controllo e si è schiantata contro un muretto.

Mentre il passeggero riusciva a fuggire a piedi, il conducente veniva catturato e, a seguito delle ferite subite nell’incidente, trasportato in ospedale. Dopo essere stato giudicato guaribile in cinque giorni, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari. Si sottolinea che il processo è ancora nelle fasi preliminari e che l’indagato gode della presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva.

L’azione dei Carabinieri, coordinata dal Maggiore Antonino Di Noia, sottolinea l’importanza dei servizi di presidio del territorio, specialmente nelle aree di confine.