Dai domiciliari al carcere: materano recidivo in arresto

Inasprita la misura cautelare per un 48enne di Matera con un passato di reati

La Polizia di Stato di Matera ha dato esecuzione a un ordine emesso dal Tribunale locale, revocando gli arresti domiciliari a favore della detenzione in carcere per un cittadino materano di 48 anni. L’uomo, che era già sotto stretta sorveglianza per precedenti legati a droga e crimini contro il patrimonio, si è reso protagonista di numerose evasioni.

Recentemente, era stato al centro delle indagini per presunti reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni, violenza, minacce e tentativi di violazione di domicilio ai danni della sua compagna. Dopo essere stato arrestato in flagranza di reato dalla Squadra Mobile per maltrattamenti aggravati in ambito familiare, era stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Tuttavia, l’atteggiamento violento e le continue violazioni delle restrizioni hanno portato gli investigatori a monitorarlo costantemente, riscontrando ripetute evasioni. Questa condotta ha indotto il Giudice per le Indagini Preliminari a inasprire la misura cautelare, disponendo il trasferimento in carcere. Le indagini proseguiranno per confermare le accuse in un contesto processuale che coinvolgerà anche la difesa.