Sequestro di 50.000 prodotti contraffatti a Barletta

Guardia di Finanza in azione: fermata la vendita di capi di abbigliamento e oggetti non sicuri

Nell’ambito di un’operazione di controllo del territorio, i Finanzieri del Comando Provinciale di Barletta hanno confiscato 50.000 articoli, tra capi di abbigliamento contraffatti e prodotti non conformi agli standard di sicurezza. Questa azione segue il sequestro di un opificio in città, dove venivano prodotti migliaia di articoli falsi.

I militari della Compagnia di Trani hanno individuato oltre 17.000 capi di vestiario, tra cui felpe, t-shirt e pantaloni, che imitavano illegalmente marchi famosi. In un caso, sono state scoperte anche attrezzature per la stampa e il confezionamento dei capi contraffatti.

Oltre ai capi di vestiario, altri 33.000 articoli sono stati sequestrati per mancanza delle certificazioni CE, necessarie per attestare la conformità agli standard UE in materia di sicurezza, salute e tutela dell’ambiente. Tra questi prodotti, figurano giocattoli, accessori per cellulari, materiale elettrico, cosmetici e articoli per l’igiene personale, spesso realizzati con materiali dannosi.

La Guardia di Finanza ha identificato e segnalato otto responsabili alle Autorità competenti. Tuttavia, il procedimento penale è ancora nella fase delle indagini preliminari, e la colpevolezza degli indagati sarà confermata solo con una sentenza irrevocabile di condanna.