Sequestro di cosmetici pericolosi a Brindisi e Mesagne da parte della Guardia di Finanza

Operazione delle Fiamme Gialle contro la vendita di prodotti nocivi con sostanza “Lilial”

La Guardia di Finanza di Brindisi ha recentemente effettuato un’operazione di sequestro di circa 1.200 cosmetici potenzialmente dannosi per la salute umana. Questa iniziativa rientra in un ampio piano per contrastare la contraffazione e garantire la sicurezza dei prodotti, salvaguardando il Made in Italy.

I prodotti sequestrati, rinvenuti in alcuni esercizi commerciali di Brindisi e Mesagne, contenevano la sostanza “Lilial” (Butylphenyl Methylpropional), bandita dall’Unione Europea dal marzo 2022 secondo il Regolamento UE 1902/2021. La sostanza è considerata pericolosa e tossica secondo l’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche.

Nell’ambito dell’operazione, sono stati individuati profumi, bagnoschiuma, deodoranti e fragranze per l’ambiente con composizioni chimiche alterate o occultate. In alcuni casi, le etichette dei prodotti sono state intenzionalmente modificate per nascondere la presenza di Lilial.

A seguito degli interventi ispettivi, due individui sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per violazione del D.Lgs 204/2015, che regola la sicurezza sui cosmetici. Tuttavia, la loro responsabilità sarà accertata solo con una sentenza penale irrevocabile, rispettando la presunzione di innocenza garantita dall’articolo 27 della Costituzione.