Sequestrate case mobili non autorizzate in camping Salento

La guardia di finanza di Porto Cesareo ha sequestrato 68 casette mobili installate all’interno di un camping in località Torre Lapillo perché prive dei titoli abilitativi e delle relative autorizzazioni paesaggistiche. L’area interessata dall’insediamento abitativo sequestrato è pari a complessivi 26.700 metri quadrati. Sono invece 2.778 i metri quadri riferibili alle casette dotate di ampie verande in legno e giardino di pertinenza, in grado di ospitare fino a cinque persone ciascuna, completamente arredate e munite di tutti i confort. Il sequestro preventivo d’urgenza risale allo scorso mese di ottobre, convalidato successivamente dal gip di Lecce su parere favorevole della procura. Nei confronti del legale rappresentante della struttura ricettiva è stato ipotizzato il reato di lottizzazione abusiva con esecuzione di opere su beni sottoposti a vincolo paesaggistico, in assenza delle autorizzazioni previste dalle vigenti disposizioni di legge.