Sequestri di GPL nel brindisino: mancano le misure di sicurezza

San Pietro Vernotico e San Pancrazio Salentino al centro delle indagini delle Fiamme Gialle

Le Fiamme Gialle di San Pietro Vernotico, nell’ambito delle operazioni per la sicurezza economica e finanziaria del territorio, hanno scoperto un deposito di GPL in un edificio senza le dovute misure di sicurezza. L’intervento dei Vigili del Fuoco ha confermato l’assenza del “Certificato di prevenzione incendi”, fondamentale per detenere sostanze infiammabili.

Questo ha portato al sequestro di 1230 kg di GPL in bombole di diverse dimensioni, rinvenute nel capannone di San Pietro Vernotico. Il titolare dell’impresa è stato denunciato per violazioni delle norme di sicurezza e protezione della pubblica incolumità.

Il materiale confiscato è stato messo in sicurezza e trasferito in luoghi autorizzati. Ulteriori indagini da parte delle Fiamme Gialle mireranno a verificare la regolarità fiscale dell’azienda.

Un episodio simile è accaduto mesi fa a San Pancrazio Salentino, dove sono stati sequestrati 310 kg di GPL per analoghe violazioni.

Va ricordato che la responsabilità penale sarà definita solo con una sentenza irrevocabile, rispettando la presunzione di innocenza garantita dalla Costituzione. La mancata osservanza delle norme sulla sicurezza dei prodotti petroliferi può comportare rischi per l’ambiente e per la sicurezza pubblica.