Scomparso sul Pollino un medico salentino: in corso le ricerche

Lucio Petronio, 70 anni, disperso durante un’escursione con il figlio: ritrovato un cellulare spento ai piedi di Serra Crispo

La scomparsa di Lucio Petronio, un medico salentino in pensione di 70 anni, ha scatenato un’operazione di ricerca sul massiccio del Pollino. L’uomo è andato disperso ieri mentre effettuava un’escursione con suo figlio. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, i due avrebbero raggiunto insieme la cima del monte, per poi perdere il contatto visivo. Solo il figlio è riuscito a tornare a valle, lanciando subito l’allarme.

Lucio Petronio, ex direttore dell’Unità operativa complessa del centro di salute mentale della Asl di Lecce, è descritto come un uomo alto 1,75 metri, con i capelli rasi e gli occhi celesti. Al momento della scomparsa, indossava un giubbino arancione e portava con sé uno zaino rosso. Le squadre di ricerca, assistite da cani molecolari, sono attive nella zona e hanno già recuperato un cellulare spento, risultato appartenente al medico scomparso. Il ritrovamento è avvenuto ai piedi di Serra Crispo.

Il Soccorso Alpino Basilicata, che coordina le operazioni di ricerca, ha lanciato un appello alla collaborazione dei visitatori del Parco. In particolare, chiunque attraversi i sentieri dell’area interna del Parco nella giornata di domani, soprattutto in direzione Serra di Crispo-Grande Porta, è invitato a segnalare qualsiasi informazione utile alle squadre di soccorso.