Arresto del padre responsabile del ferimento della figlia a Bari: un atto di violenza in una famiglia travagliata

La Polizia di Stato ha arrestato un uomo di 51 anni accusato di aver ferito sua figlia di 21 anni con un colpo di pistola; la giovane, operata per estrarre il proiettile, non è in pericolo di vita

La sera del 23 agosto, la Squadra Mobile della Questura di Bari ha proceduto all’arresto di un pregiudicato 51enne, ritenuto responsabile del ferimento di sua figlia, una ventunenne ragazza barese. Il fatto risale alla sera del 2 agosto, quando la giovane è stata colpita al ginocchio da un proiettile in Piazza del Ferrarese. Non in pericolo di vita, è stata successivamente sottoposta a un intervento chirurgico per l’estrazione dell’ogiva.

L’arresto è avvenuto in esecuzione della misura cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica, in seguito agli accertamenti e alle indagini preliminari coordinate dalla stessa Procura.

La vicenda trae origine da un contesto familiare definito come “difficile”, con continui maltrattamenti e violenze da parte dell’uomo nei confronti dei familiari. Gli accertamenti investigativi, supportati da telecamere di sorveglianza e testimonianze, hanno rivelato che il proiettile era destinato al figlio ventisettenne dell’uomo, ma la giovane donna si è frapposta in difesa del fratello, venendo colpita.

Ulteriori indagini hanno appurato che padre e figlio avevano avuto una discussione animata un’ora prima del ferimento, a seguito della quale l’uomo si è armato con l’intenzione di “regolare definitivamente i conti.”