trmtv

Taranto, arrestate quattro persone accusate di associazione per delinquere

  • Arresti nel tarantino. Quattro le persone finite in manette accusate di estorsione ai danni di miticoltori del Mar Grande e del Mar Piccolo di Taranto

    L’accusa è associazione a delinquere, con lo scopo di commettere estorsioni e furti ai danni di miticoltori del Mar Grande e del Mar Piccolo di Taranto.
    Finiscono così in manette quattro persone accusate anche di minacce aggravate nei confronti di operatori del settore.
    L’associazione costringeva gli imprenditori al pagamento di somme di denaro a cadenza periodica, influenzando in modo determinante un intero settore produttivo-commerciale, particolarmente rilevante per l’economia tarantina.
    L’attività investigativa – iniziata nel 2014 – ha portato alla luce un sistema strutturato, in cui gli associati inducevano le vittime a non denunciare.
    Tale sistema di approvvigionamento illecito, parallelo ai circuiti tracciabili, aveva portato all’aumento dei furti ai danni dei miticoltori, per soddisfare la crescente domanda di molluschi a prezzi molto più convenienti, rispetto al normale valore di mercato.
    Le vittime, quindi, che avrebbero dovuto essere “protette”, venivano poi, di fatto, anch’esse derubate. I mitili sottratti venivano acquistati da commercianti e ristoratori a prezzi stracciati e rivenduti, in totale assenza di certificazione e documentazione sanitaria, di qualità, nonché fiscale.
    La prima fase investigativa, quella iniziata nel 2014 e conclusa nel febbraio del 2016, è stata denominata “Piovra” e portò all’arresto di altre persone. Il secondo filone investigativo ha consentito di appurare una sorta di passaggio del testimone, tra i primi arrestati ed alcuni parenti degli stessi, i quali avevano assunto la direzione del sodalizio criminale.
    Per quanto riguarda gli arrestati, complessivamente, sono state inflitte pene per un totale di quasi 40 anni, nonché multe per un importo complessivo superiore ai 40000 euro.

    Exit mobile version