Lite in casa, donna ferisce il compagno: arrestata a Matera

La Polizia di Stato ha arrestato una 45enne accusata di lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale

A Matera, una donna di 45 anni è stata arrestata dalla Polizia di Stato per reati gravi: lesioni personali aggravate, minacce gravi e aggravate, resistenza a pubblico ufficiale. Destinatario di queste violenze il proprio compagno convivente.

L’uomo si è presentato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Matera con una ferita lacero contusa di circa 15 cm sul volto. Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e della Squadra Mobile della Questura di Matera, ricostruiscono l’accaduto: una lite domestica degenerata, la donna che cerca di colpire il compagno con un coltello da cucina, lui che riesce a parare il colpo solo parzialmente. La donna avrebbe poi tentato altre due volte di colpirlo, fallendo grazie alla prontezza dell’uomo.

La Polizia si è recata presso l’abitazione della coppia. La donna si è rifiutata di aprire, ma gli agenti sono riusciti a entrare con l’aiuto dei Vigili del Fuoco. All’interno sono state trovate tracce di sangue e i coltelli da cucina utilizzati nell’aggressione.

Due video brevi, girati dalla vittima subito dopo l’aggressione, mostrano chiari indizi della colpevolezza della donna, che avrebbe minacciato l’uomo di “aprirgli la pancia”.

Il Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Matera ha disposto gli arresti domiciliari per la donna. L’indagine è ancora in fase preliminare e necessiterà di ulteriori verifiche in contraddittorio con la difesa.