Cede una parete di palazzina privata a Matera: intero immobile sgomberato

Il sindaco Bennardi interviene sulla scena, 18 residenti evacuati

Un improvviso crollo ha scosso i residenti di una palazzina privata a Matera, in via Novello, all’angolo con via Don Luigi Sturzo, nella notte. Il cedimento di una controparete in mattoni forati, già lesionata e in fase di consolidamento da parte di una ditta incaricata dai proprietari, ha sollevato l’allarme intorno alle 2.30. I cittadini hanno immediatamente chiamato i vigili del fuoco, che hanno poi avvertito prontamente gli uffici comunali.

Sul luogo dell’incidente è intervenuto il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, che ha monitorato le operazioni di messa in sicurezza fino alle prime ore del mattino. Nonostante l’orario tardivo e il crollo del materiale nel cortile interno, fortunatamente non ci sono stati feriti.

Per ragioni di sicurezza, l’intero edificio, composto da sette appartamenti abitati e uno disabitato, è stato sgomberato. In totale, sono stati evacuati circa 18 residenti, tra cui due bambini e due anziani autosufficienti. La maggior parte di loro è stata ospitata da parenti e amici, mentre per un piccolo gruppo il Comune ha fornito alloggio temporaneo in un B&B locale.

Nei prossimi giorni verranno effettuati lavori di rimozione della controparete e verifiche tecniche sulla stabilità generale dell’edificio. Ancora non è chiaro se il crollo sia stato causato dalla vecchiaia dei materiali, da un’infiltrazione d’acqua o da un possibile cedimento delle fondamenta. Il condominio si farà carico degli interventi necessari per permettere al sindaco di revocare l’ordinanza di sgombero.

Nel frattempo, il perimetro dell’edificio è stato transennato e la ditta incaricata dei lavori ha ricevuto l’incarico di mettere in sicurezza le pareti.

Il servizio di Francesco Giusto