Arrestato a Taranto un uomo per detenzione e cessione di materiale pedopornografico

La Polizia Postale e delle Comunicazioni Puglia effettua perquisizioni a Chieti e Taranto, scoprendo ingente quantitativo di contenuti illeciti

In seguito all’esecuzione di due Decreti di perquisizione personale, locale e informatica disposti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, gli Agenti del Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica – Polizia Postale e delle Comunicazioni Puglia hanno arrestato un uomo residente a Taranto, presunto responsabile dei reati di detenzione e cessione di un ingente quantitativo di materiale pedopornografico.

Le perquisizioni sono state effettuate nelle provincie di Chieti e Taranto. L’indagine è stata condotta dal Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica di Bari, diretta dalla locale Procura della Repubblica. Nel corso delle operazioni, presso l’abitazione dell’uomo, gli Agenti della Polizia Postale hanno rinvenuto e sequestrato circa trecento files foto e video ritenuti essere riconducibili a contenuti pedopornografici.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Taranto, l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari, misura successivamente convalidata dal Giudice per le Indagini Preliminari. È importante sottolineare che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e che, all’esecuzione della misura pre-cautelare, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato.

La presunta colpevolezza dell’uomo, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo, nel contraddittorio tra le parti.