Tentativo di incendio a Castellaneta Marina: due arresti nella notte

Carabinieri sventano un disastro e arrestano due giovani accusati di tentata estorsione

Nella notte, i Carabinieri della Stazione di Marina di Ginosa, in collaborazione con i colleghi dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Castellaneta, hanno arrestato due ventenni extracomunitari, domiciliati nella provincia jonica, presunti responsabili del reato di tentata estorsione ai danni di un commerciante del posto.

I due giovani, in più occasioni, avrebbero preteso sotto minaccia la somma di 2.500,00 euro dal titolare di un esercizio pubblico come compenso “straordinario” per un breve rapporto lavorativo risalente alla scorsa estate. Tuttavia, non si sarebbero fermati alle sole minacce. Infatti, l’altra notte, la vittima ha notato i due mentre cospargevano liquido infiammabile sulla porta di ingresso di un altro locale commerciale di sua proprietà, situato a Castellaneta Marina e aperto solo durante la stagione estiva.

Grazie all’immediato intervento dei Carabinieri, allertati telefonicamente dalla vittima tramite il numero di Pronto Intervento “112”, l’azione criminosa è stata sventata e i due giovani sono stati bloccati in brevissimo tempo. I due ragazzi, fatta salva la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, sono stati condotti in carcere su disposizione della Procura della Repubblica di Taranto, al termine delle formalità di rito.