Sequestro da 8 milioni di euro nel settore dei carburanti a Bologna

Frode fiscale e contrabbando smascherati dalla Guardia di Finanza, 112 persone denunciate

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna ha eseguito un sequestro preventivo per circa 8 milioni di euro nei confronti di una società attiva nel commercio di carburanti e del suo legale rappresentante. L’indagine, durata oltre 3 anni, ha portato alla denuncia di 112 persone coinvolte in una complessa frode fiscale e contrabbando di carburante.

La società, con sede nella provincia di Bologna, sfruttava la licenza di esercizio di un distributore di gasolio situato in Puglia nella provincia di Barletta-Andria-Trani, per evadere accise per oltre 9 milioni di euro. Il carburante veniva poi ceduto in contrabbando a prezzi più bassi del mercato. L’operazione dimostra l’impegno della Guardia di Finanza e l’Autorità Giudiziaria nel contrasto alle frodi in materia di accise, particolarmente lesive sia per gli interessi erariali che per le condizioni di libera e sana concorrenza tra operatori del settore.