Taranto, scarsa sicurezza a bordo, fermata motonave nel porto

Una motonave mercantile battente bandiera panamense è stata sottoposta al fermo da Guardia costiera e Capitaneria di porto di Taranto per irregolarità riscontrate dal punto di vista della sicurezza. La nave, con una stazza lorda più di diecimila tonnellate, giunta a Taranto nei giorni scorsi per imbarcare un carico di coal, era stata selezionata per la visita in quanto dalla banca dati europea, presentava un elevato profilo di rischio. Nel corso delle verifiche, che si sono protratte per diverse ore, sono emerse diverse criticità. In particolare tra le anomalie riscontrate sono stati rilevati il mancato funzionamento del “voyage date recorder”, la cosiddetta “scatola nera”, l’avaria dell’illuminazione per le aree di ammaino del battello di emergenza, il danneggiamento dei dispositivi di chiusura di diverse aperture, la presenza di potenziali fonti di innesco per incendi a bordo e, aspetto ritenuto ancora più grave, il mancato avviamento della pompa antincendio di emergenza. Infine, la nave è risultata carente sotto l’aspetto della tutela dell’equipaggio e della corretta gestione delle ore lavorative svolte effettivamente dai marittimi imbarcati. (Ansa)