Scoperto cadavere di un 84enne nascosto per 10 mesi: figlio sospettato di occultamento per percepire la pensione

Nel Salento, a Corigliano d’Otranto il figlio affermava che il padre si trovava in Svizzera, mentre il corpo era nascosto nell’abitazione

Un macabro ritrovamento ha sconvolto questa mattina la tranquilla cittadina di Corigliano d’Otranto: il cadavere di un uomo di 84 anni in avanzato stato di decomposizione è stato scoperto nella sua abitazione in via San Lorenzo. Il figlio dell’anziano, un uomo di 60 anni, è stato portato dai carabinieri in caserma per essere ascoltato.

Le indagini preliminari fanno pensare che il figlio possa aver nascosto il corpo del padre per circa 10 mesi, allo scopo di continuare a riscuotere la pensione dell’uomo, che risulta effettivamente incassata. Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti i carabinieri e il medico legale per effettuare le dovute verifiche.

Da un primo esame cadaverico, non sono emersi segni evidenti di violenza sul corpo dell’anziano. Il cadavere è stato trasportato presso la camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Da quanto riportato, il Comune aveva da tempo tentato di notificare all’anziano una diffida riguardante la messa in sicurezza di una pensilina pericolante della sua abitazione. Il figlio, per giustificare l’assenza del padre, aveva affermato che quest’ultimo si trovasse all’estero, precisamente in Svizzera.

Le indagini proseguono per far luce sulla vicenda e accertare eventuali responsabilità penali a carico del figlio dell’84enne.