Bisceglie, arrestato minorenne per tentata estorsione a mano armata

Un giovane di 16 anni è stato arrestato dai carabinieri a Bisceglie con l’accusa di avere minacciato e tentato di estorcere 1500 euro ad un altro giovane appena maggiorenne. Tutto è partito dalle minacce anche di morte, rivolte nei confronti della vittima, per una questione legata all’acquisto di un certo quantitativo di stupefacente che l’arrestato avrebbe dovuto recapitare al giovane: quest’ultimo avrebbe dovuto pagare un iniziale importo di 50 euro poi salito a 1500. La vittima ha deciso quindi di denunciare la cosa ai carabinieri che si sono presentati all’appuntamento fissato per il pagamento e hanno bloccato il minorenne, che vive in Italia ma è tunisino, che per intimidire ulteriormente l’altro giovane era armato con una pistola giocattolo modificata con la quale ha sparato anche un colpo in aria. Il minorenne è accusato, oltre che di tentata estorsione, anche di porto in luogo pubblico di arma giocattolo priva di tappo rosso e di spaccio di sostanze stupefacenti.