L’interrogatorio del figlio dell’82enne trovata morta in un congelatore a Ceglie Messapica

L’avrebbe vegliata per un giorno e poi ha deciso di nasconderla per paura. L’interrogatorio del figlio dell’82enne trovata morta in un congelatore a Ceglie Messapica

Dopo essersi accorto della morte della madre il 17 novembre scorso l’avrebbe vegliata per un giorno e poi, per paura di essere giudicato e per lo sconforto della perdita ha deciso di occultare il corpo nascondendolo nel congelatore all’interno della villetta nella quale abitavano a Ceglie Messapica. E’ quanto ha raccontato Angelo Bellanova ai carabinieri durante l’interrogatorio condotto nelle scorse ore. Il 55enne è stato denunciato per l’occultamento del cadavere della madre, Maria Prudenza Bellanova di 82 anni, ritrovato dai carabinieri martedì sera dopo una segnalazione arrivata da alcuni partenti dei due.

La procura di Brindisi che indaga sull’accaduto ha disposto il sequestro della villetta. Secondo quanto emerso nel corso dell’interrogatorio, madre e figlio avevano un rapporto “di profonda simbiosi” e così l’uomo sarebbe rimasto “traumatizzato” dopo aver capito che la donna era morta. Tutti elementi che dovranno però essere approfonditi. Dalle testimonianza raccolte il 55enne è stato descritto come uomo taciturno ma mai scortese. Secondo alcune nipoti della donna, comunque, da mesi l’uomo si sarebbe rifiutato di far vedere la zia. Gli ultimi a vederla sarebbero stati gli assistenti sociali che seguivano la famiglia. Un servizio che risulta essere stato interrotto alla fine dell’estate.