Bari, adescava ragazzine online durante la didattica a distanza: arrestato 61enne

Aveva approfittato del periodo di didattica a distanza causato dalla pandemia per creare una rete di chat e profili social fittizi tramite cui adescare giovanissime e convincerle ad incontri sessuali, online e di persona. Protagonista della vicenda un 61enne residente a Bari, che è stato arrestato dai Carabinieri di Bosco Chiesanuova, in provincia di Verona, con l’accusa di adescamento e corruzione di minorenni, tentati atti sessuali con minorenni, tentata estorsione e tentata violenza sessuale. A far scattare le indagini, la denuncia della madre di una studentessa del Veronese, che ha scoperto le chat sui dispositivi della ragazzina e ha permesso ai militari di risalire all’intestatario dell’utenza telefonica. Immediata la perquisizione a casa dell’uomo, durante la quale è stato ritrovato il telefono cellulare contenente le conversazioni con ragazzine residenti in ogni parte d’Italia. Al termine delle indagini, il Gip del Tribunale di Bari ha quindi emesso l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’uomo, che si trova in regime di domiciliari.