Incendi: tre roghi in Puglia, bruciano boschi e foreste

A Brindisi, Gravina in Puglia, Monte Sant’Angelo e San Cataldo

Tre incendi sono scoppiati in Puglia nella tarda mattinata di mercoledì 29 giugno, alimentati dal vento e dalle alte temperature. A Bosco di Santa Teresa dei Lucci, nel Brindisino, il fuoco ha bruciato circa 15 ettari di lecci e sugherete ed è attualmente sotto controllo dopo l’intervento di un canadair e di una ventina di uomini tra operatori antincendio boschivo Arif, vigili del fuoco, protezione civile, associazioni di volontariato e carabinieri forestali.

A Madonna della Stella in agro di Gravina in Puglia, nel Barese, il rogo si sta espandendo lungo la gravina e ha già bruciato una decina di ettari. Ad operare anche un velivolo ‘drago’ dei vigili del fuoco e una decina di uomini. Brucia anche la foresta di Monte Sant’Angelo sul Gargano, già interessata tre giorni fa da un altro incendio. Da terra stanno lavorando una decina di unità ed è intervenuto anche un canadair che ha già effettuato cinque lanci. Le fiamme al momento si estendono su circa dieci ettari.

Il personale sanitario del 118 è intervenuto a Lecce per soccorrere diversi anziani colti dal panico a causa dell’incendio in corso in località San Cataldo che sta mettendo a rischio un centinaio tra case, una decina già evacuate, vivai (uno distrutto) e aziende agricole. L’Enel, inoltre, è intervenuta per scollegare le utenze di energia elettrica dell’area, poiché le fiamme hanno raggiunto alcuni pali e cavi elettrici della rete.

Un vivaio è andato completamente distrutto e una decine di abitazioni sono state evacuate. La curiosità della gente che si riversa per strada da Lecce non agevola le operazioni di messa in sicurezza. Sul posto sono arrivati anche Polizia e vigili urbani.