Foggia, omicidio pregiudicato in semilibertà: ucciso con quattro colpi di fucile alla nuca

Sono stati quattro colpi di fucile alla nuca a uccidere Alessandro Scrocco, pregiudicato di 32 anni, detenuto in stato di semilibertà nel carcere di Foggia. Il cadavere dell’uomo, ucciso ieri sera in via delle Casermette, è stato trovato in un’automobile parcheggiata proprio nei pressi della casa circondariale.

Nella notte, la polizia ha eseguito quattro esami stub per rilevare tracce di polvere da sparo e una decina di perquisizioni.

L’uomo, al momento dell’omicidio, stava rientrando nel penitenziario foggiano dove stava scontando una pena definitiva di 15 anni per l’omicidio di un 19enne con il quale aveva litigato il giorno prima, avvenuto il 2 gennaio 2010.

Scrocco stava parcheggiando la sua auto quando, secondo le fonti investigative, sarebbe stato raggiunto da un altro veicolo a bordo del quale ci sarebbero stati due o più sicari dei quali uno avrebbe imbracciato il fucile per sparare.

Al momento gli agenti della polizia escludono che possa essersi trattato di un regolamento di conti riconducibile alla criminalità organizzata foggiana.