Scanzano jonico, secondo rogo ad un lido a distanza di pochi giorni

Solo pochi giorni fa un rogo ha completamente distrutto il lido balneare Baia delle scimmie a Scanzano ionico. E, mentre ancora si indaga sull’episodio, si registra un altro caso. Il tentativo di dar fuoco a un’altra struttura. E’ quasi sicuramente di origine dolosa l’incendio appiccato nella notte al lido La Kikka, sempre nel comune del materano, in località Terzo Cavone. Sono contenuti i danni, a quanto pare grazie alla pioggia battente del pomeriggio che ha lasciato umide le superfici in legno della passerella di accesso al lido. Com’è evidente nelle immagini, solo una piccola parte è andata bruciata. L’incendio non ha avuto modo di propagarsi. Sono comunque intervenuti sul posto i Vigili del fuoco, mentre le indagini sono affidate alla Polizia. E’ stato ascoltato il proprietario il quale ha affermato di non aver ricevuto minacce ne’ richieste estorsive. Nessun segnale neppure nell’altro caso, quello dell’incendio di domenica scorsa: anche i proprietari della Baia delle scimmie hanno raccontato di non aver ricevuto vessazioni. Sono ingenti, in questo caso, i danni che ammonterebbero a 70mila euro. Si attende la relazione tecnica dei Vigili del fuoco per la quantificare il danno. Ma tutto è andato distrutto. Proseguono intanto le indagini dei Carabinieri. Aleggia l’ombra del racket, in un comune commissariato dal 2019 per sospette infiltrazioni mafiose.