Potenza, ancora una interdittiva antimafia firmata dal Prefetto di Potenza

E’ la quinta da inizio 2022, con un incremento di oltre il 40% rispetto al 2021

Il Prefetto Michele Campanaro ha firmato oggi una nuova interdittiva antimafia nei confronti di una impresa individuale della provincia di Potenza, operante nel settore delle pulizie e della disinfezione. Il provvedimento è stato adottato a seguito delle verifiche sulla richiesta di comunicazione antimafia proveniente dalla Camera di Commercio, Industria Artigianato e Agricoltura della Basilicata.
Gli esiti istruttori, con le valutazioni del Gruppo Interforze Antimafia che opera in Prefettura, hanno accertato l’esistenza, attraverso legami familiari e di conoscenza, di idonei elementi sintomatici di un pericolo di infiltrazione mafiosa, con possibile condizionamento delle scelte imprenditoriali, considerata la contiguità con elementi appartenenti a sodalizi criminali del melfese e del pignolese.
“Devo ringraziare i componenti del Gruppo Interforze Antimafia della Prefettura, per il grande lavoro che sta portando avanti sul versante delle misure amministrative di prevenzione delle infiltrazioni mafiose – ha dichiarato il Prefetto Campanaro – I poteri attribuiti ai Prefetti in materia di antimafia con le misure governative di fine 2021 e la istituzione qui a Potenza di una Sezione Operativa della DIA vanno nella direzione di un rafforzamento dei presidi di prevenzione antimafia di cui questa provincia troverà giovamento, anche in vista dei flussi finanziari provenienti dal PNRR”.
Con quella di oggi, sono cinque le interdittive antimafia adottate da gennaio 2022 dal Prefetto di Potenza, con un incremento pari ad oltre il 40% rispetto allo stesso periodo del 2021.