Il Presidente russo Putin attacca l’Ucraina

Quando a Mosca erano quasi le 6, Putin ha annunciato in tv l’attacco russo all’Ucraina. Subito si sono avvertite forti esplosioni nelle città ucraine a Odessa, Kharvik, Mariupol, Leopoli e nella capitale Kiev, dove i russi avrebbero tentato di prendere il controllo dell’aeroporto.

Bloccata la navigazione el mare d’Azov, Il ministero della difesa russo annuncia: “Annientate le difese aeree” ucraine, Kiev fa sapere di avere abbattuto cinque aerei e un elicottero russi. Forze russe sarebbero entrate in Ucraina anche da Bielorussia e Crimea. Il presidente bielorusso Lukashenko ha convocato i capi delle forze armate.

Nella sua dichiarazione alla tv di Stato russa, Putin ha definito l’attacco all’Ucraina “un’operazione militare speciale per proteggere il Donbass”, aggiungendo che l’obiettivo “non è invadere il Paese ma smilitarizzarlo”. “Un’ulteriore espansione della Nato e il suo uso del territorio ucraino sono inaccettabili. Chiunque tenti di crearci ostacoli e interferire sappia che la Russia risponderà con delle conseguenze mai viste prima. Siamo preparati a tutto. Spero di essere ascoltato”, ha aggiunto. All’Onu, Mosca fa sapere che l’obiettivo dell’attacco è “la giunta al potere a Kiev”.

La Bbc riporta che a causa dei primi bombardamenti russi almeno sette persone sono morte e altre nove sono rimaste ferite. Ci sono anche 19 dispersi. Testimoni oculari riferiscono che a Kiev si stanno formando “lunghe file ai benzinai” e il traffico nelle strade, specie in periferia, “è intenso”. Gli abitanti della capitale stanno cercando di lasciare la città.

“Fermare Putin e la guerra contro l’Ucraina e il mondo. Costruire una coalizione anti-Putin. Sanzioni immediate e sostegni all’Ucraina”: è l’appello del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un tweet. “L’Ucraina si difenderà e vincerà. Il mondo può e deve fermare Putin: il momento di agire è ora”, scrive il ministro degli Esteri ucraino Kuleba. Imposta nel Paese la legge marziale.

“Putin ha scelto una guerra premeditata che porterà una catastrofica perdita di vite umane e sofferenza”, ha detto il
presidente degli Stati Uniti Biden che ha chiamato il presidente ucraino annunciando nuove dure sanzioni contro Mosca insieme agli alleati. La Nato convoca una riunione urgente degli ambasciatori, il segretario generale Stoltenberg “condanna con forza l’attacco sconsiderato della Russia e riafferma che farà “tutto il necessario per proteggere i suoi alleati”.

“È il momento più triste del mio mandato da segretario generale dell’Onu. Presidente Putin, nel nome dell’umanità, porti indietro le truppe russe. Questa guerra non ha senso e viola i principi della Carta dell’Onu”, ha detto il numero uno delle Nazioni Unite Guterres. L’Europa è al fianco di Kiev.

Il premier britannico Johnson parla di “ora più buia” e assicura: “Gb e Occidente non staranno a guardare”. Il presidente francese Macron chiede “la fine immediata” delle operazioni russe. Von der leyen e Michel promettono: “L’Ue fornirà ulteriore assistenza politica, finanziaria e umanitaria” a Kiev. Oggi riunione del Consiglio Ue e del G7.

“Il governo italiano condanna l’attacco della Russia all’Ucraina. È ingiustificato e ingiustificabile”, afferma il premier Mario Draghi sottolineando che “siamo al lavoro con gli alleati europei e della Nato per rispondere immediatamente, con unità e determinazione”. Dura condanna dal ministro degli esteri Di Maio che convoca l’unità di crisi: “Gravissima e
ingiustificata aggressione”. Il segretario del Pd Letta chiede di “condannare senza ambiguità l’attacco all’Ucraina”. Tajani: “Sosteniamo l’unità dell’Occidente dinnanzi a questa ennesima violazione della Carta delle Nazioni Unite”. Salvini: “La Lega condanna con fermezza ogni aggressione militare. Sostegno a Draghi per una risposta comune degli alleati”.

Immediate le ripercussioni sui mercati dopo l’attacco russo in Ucraina: ad Amsterdam i future sul prezzo del gas sono schizzati del 41% a 125 euro al megawattora; in volo anche il petrolio con il Brent che segna un +7% a 103 dollari. A picco le Borse asiatiche, i future sull’Euro Stoxx 50 a -4,7%. mentre la Borsa di Mosca cede il 30%. Lo spread Btp-Bund oltre 176 punti. Sale ai massimi da un anno l’oro: +1%, a 1.928,80 dollari l’oncia. Crolla il Bitcoin: -8%, sotto i 35mila dollari