Incendio nave, nessuno dei naufraghi è sbarcato oggi a Brindisi

Nessuno dei circa 20 italiani che si trovavano sulla Euroferry Olympia, né persone di altra nazionalità, era dunque sul traghetto Florencia. A quanto si è appreso dalla compagnia, anche 43 membri dell’equipaggio della Euroferry Olympia sono italiani, ma per il momento non faranno rientro.
Intanto la guardia costiera greca ha ripreso all’alba la ricerca di eventuali superstiti fra le 12 persone ancora disperse dopo l’incendio. Lo ha fatto sapere la stessa guardia costiera, secondo la quale i dispersi sono tutti autisti di camion, dei quali nove bulgari e tre greci. Alcuni camionisti salvati hanno testimoniato che diversi loro colleghi hanno preferito dormire a bordo dei loro mezzi parcheggiati nel ponte mezzi, perché le cabine e le sale per i passeggeri erano sovraffollate. Grimaldi Lines ha reso noto che al momento del disastro, il traghetto trasportava 239 passeggeri, 51 membri dell’equipaggio oltre a 153 mezzi pesanti e 32 automobili, ma la guardia costiera greca rende noto che fra le persone salvate due non erano registrate come passeggeri: si tratta di due cittadini afghani.
L’incendio a bordo è al momento “sotto controllo” fa sapere la compagnia.
Uno dei naufraghi aveva vissuto una situazione analoga nell’incendio della nave Norman Atlantic, nel dicembre 2014, disastro avvenuto nel Canale d’Otranto in cui morirono 31 persone.