San Giovanni Rotondo, presunta violenza sessuale di gruppo: in manette tre giovani ventenni

Dovranno rispondere di violenza sessuale di gruppo perpetrata nei confronti di una giovane donna, i tre ragazzi poco più che ventenni, arrestati nelle scorse ore dai carabinieri della stazione di San Giovanni Rotondo, nel Foggiano. Sui tre giovani, due di San Giovanni Rotondo e un terzo originario di San Marco in Lamis, pendono gravi indizi di colpevolezza. Da una prima ricostruzione, la presunta violenza sarebbe avvenuta nella tarda serata del 27 gennaio scorso, quando i tre giovani, dopo aver trascorso alcuni momenti insieme alla vittima appena conosciuta, avrebbero abusato della stessa. In particolare, appena fuori dal locale, i tre ragazzi, ognuno con un proprio ruolo, avrebbero tentato di convincere la donna a salire a bordo dell’auto guidata da uno di essi. La vittima, nel tentativo di sottrarsi, sarebbe stata spintonata, strattonata e palpeggiata, e poi sarebbe stata sollevata di peso e caricata all’interno dell’auto. Qui, sarebbero avvenute le violenze sessuali più gravi da parte di uno dei tre giovani alla presenza ovviamente degli altri due. Giunti in una zona buia e periferica, i tre ragazzi avrebbero fatto scendere la vittima dalla macchina e dopo averla minacciata e aver abusato nuovamente di lei, l’avrebbero anche malmenata con calci e pugni. Le indagini, condotte dalla Procura della Repubblica e dai carabinier, sono nate a seguito della denuncia della vittima stessa. I tre quindi sono stati arrestati e portati in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.