Esclusa da concorso perché positiva al covid: il Tar respinge il ricorso della candidata

Si può essere esclusi da un concorso pubblico nel caso in cui si risulti positivi al covid nei giorni concomitanti con l’espletamento delle prove, senza la possibilità, quindi, di svolgere le prove da remoto. È quanto ha stabilito il Tar della Puglia in una sentenza con cui ha rigettato il ricorso di una aspirante “tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro” nella Asl di Bari.

Il bando in questione, che prevedeva l’assunzione di 60 figure, era stato pubblicato il 20 febbraio 2020 e prevedeva in origine lo svolgimento di prove preselettive. Per ridurre i tempi e vista l’emergenza sanitaria in corso, l’Asl ha eliminato questo step fissando direttamente lo svolgimento delle prove scritte al 9 giugno 2021 a cui ci si sarebbe dovuti presentare con l’esito negativo di un tampone effettuato entro 48 ore prima della prova.

La candidata è quindi risultata positiva al tampone, per cui ha inviato una pec l’8 giugno chiedendo di sostenere le prove in modalità alternativa. Richiesta respinta dalla Asl e impugnata.

Secondo la candidata, che chiedeva l’annullamento del concorso, “l’impedimento oggettivo a sostenere le prove, derivante da una causa di forza maggiore, non giustificherebbe la sua esclusione dalla procedura”. La Asl, però, ha evidenziato che la selezione era mirata “all’assunzione di nuove risorse in ambito sanitario, proprio in ragione delle carenze emerse in costanza del grave stato pandemico”.

Secondo il Tar “gli impedimenti soggettivi dei concorrenti, anche causati da caso fortuito o forza maggiore – si legge nella sentenza – , sono irrilevanti ai fini della procedura e, quindi, non giustificano l’assenza del candidato, così escluso dalla selezione”.

Secondo i giudici, infine, la posizione assunta dalla pubblica amministrazione deve essere giustificata proprio dalla particolare tipologia di concorso, trattandosi di urgente bisogno di risorse in ambito sanitario, che ha enfatizzato l’urgenza di espletare le prove concorsuali.