Foggia, la Guardia di Finanza scopre accordi fraudolenti tra imprenditori, professionisti e dipendenti comunali

Gli accordi hanno permesso di affidare opere pubbliche e incarichi professionali. Emesse otto misure cautelari nel Comune di Peschici

Finiscono nel mirino 8 persone del Comune di Peschici. Due le persone agli arresti domiciliari e sei le interdizioni emesse, nel confronti di pubblici amministratori e incaricati di pubblico servizio del Comune. Con loro anche imprenditori e professionisti.
È l’ultima scoperta della Guardia di Finanza che ha scoperto gli accordi illeciti tra imprenditori, professionisti e dipendenti comunali finalizzati all’affidamento di opere pubbliche e incarichi professionali.
In particolare, il GIP del Tribunale di Foggia ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di due Dirigenti del Comune garganico; per i restanti 6 indagati è stata applicata la misura interdittiva, per la durata di 12 mesi.
Il provvedimento cautelare è giunto a conclusione di indagini di polizia giudiziaria che hanno permesso di raccogliere “gravi indizi di colpevolezza” riguardo il rilascio di concessioni demaniali marittime attraverso la formazione di atti ideologicamente falsi; alterazione del regolare funzionamento della procedura di affidamento ed esecuzione di lavori di “riqualificazione urbana”, del valore di circa 100 mila euro. Ancora, conferimento di incarichi professionali per circa 130 mila euro sulla base di false attestazioni e dichiarazioni e in conflitto con gli interessi dell’Ente locale.
L’attività svolta conferma l’impegno della Guardia di Finanza a tutela degli interessi finanziari dello Stato e degli Enti locali, ed in particolare nel controllo per gli affidamenti di opere pubbliche e servizi professionali da parte degli Enti territoriali.