Bari, protesta della mamma di un detenuto fuori dal carcere: “Mio figlio sta male, viene picchiato e sedato”

La protesta della mamma di un detenuto rinchiuso da 10 mesi nella casa circondariale di Bari. Il ragazzo in una videochiamata avrebbe comunicato alla madre di essere vittima di violenze all’interno del carcere.

Non riesce a darsi pace Katia Treviso, la mamma di un detenuto rinchiuso nella casa circondariale di Bari da 10 mesi. La donna, che ha deciso di protestare davanti all’ingresso del carcere, ha rivolto un appello alla Procura. Suo figlio, di 21 anni, le avrebbe raccontato in una videochiamata, avvenuta lo scorso giovedì, di essere stato picchiato, sedato e maltrattato. “Sto male”, avrebbe detto alla mamma e al fratello. Parole che sua madre non riesce a togliersi dalla testa.

Il ragazzo, come racconta la mamma, soffre di alcune patologie che potrebbero aggravarsi a causa anche di un stato psicologico logorante.