Covid. Fials: Asm condannata al pagamento delle prestazioni aggiuntive in pandemia

L’azienda sanitaria materana è stata condannata dal tribunale di Matera al pagamento delle prestazioni aggiuntive svolte dal personale sanitario durante la pandemia. A darne notizia, la Fials. I pagamenti erano fermi al 17 Aprile 2021, spiegano il segretario Fials Matera Giovanni Sciannarella e il Segretario Aziendale Marco Bigherati. Più volte il sindacto ha sollecitato l’azienda sanitaria al pagamento degli straordinari che si sono resi necessari a causa dei ritmi cui il covid ha costretto medici, infermieri e oss. “La ASM non ha mai risposto – sottolineano i due segretari – ed è per questo che alcuni dipendenti, stanchi di aspettare, si sono rivolti al nostro legale Gaetano Giampalmo il quale ha presentato i ricorsi mediante decreto ingiuntivo che è stato accolto positivamente dal Giudice della sezione Lavoro il quale ha emesso il verdetto dopo aver esaminato tutta la documentazione e verificato l’esigibilità della richiesta, e ha ingiunto la ASM al pagamento del dovuto oltre alla rivalutazione monetaria più spese legali”.
“E’ scandaloso – commentano Sciannarella e Bigherati – che un’azienda come la ASM spinga i lavoratori a doversi rivolgere al giudice del lavoro per ottenere il pagamento delle ore di lavoro svolto per il bene della collettività”