Foggia: arrestati cinque componenti di una baby gang responsabili di brutale aggressione in piazza Mercato

Cinque ragazzi tra i 18 e i 19 anni sono stati arrestati a Foggia per una brutale aggressione avvenuta in una piazza della movida della città ai danni di due giovani.

A Foggia arrestati i componenti della baby gang ritenuta responsabile del pestaggio avvenuto in piazza Mercato la notte dello scorso 26 settembre.
L’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Foggia ha colpito cinque giovani tra i 18 e i 19 anni, accusati a vario titolo di rapina e lesioni pluriaggravate.
Le vittime del pestaggio, entrambe di Lucera, si stavano intrattenendo nella piazza della città quando furono avvicinate da due membri del branco con la scusa di alcuni sguardi inopportuni. Un modus operandi già collaudato. Quella del 26 settembre, infatti, è soltanto l’ultima in ordine di tempo di una serie di aggressioni.
Uno dei componenti del gruppo ha preso per il collo una delle vittime, mentre l’altro ha chiamato a raccolta il resto della banda. Questo ha scatenato una violenta aggressione con calci e pugni, continuata anche quando uno dei ragazzi è caduto per terra stremato dai colpi.
Al termine dell’aggressione la gang è fuggita portando via 80 euro, un telefono cellulare e i documenti personali delle vittime, oltre che una carta di debito.
I due giovani, invece, a seguito del pestaggio hanno riportato ferite al volto giudicate guaribili in 44 e 55 giorni.

Il gip, nell’ordinanza di custodia cautelare, ha sottolineato la gratuità della brutale aggressione, la quale solo per puro caso, ha proseguito il giudice, non ha portato a conseguenze ben più gravi per le due vittime.

Inoltre, gli investigatori sono riusciti a raccogliere gravi indizi anche a carico di un altro soggetto, il quale, seppur estraneo alla rapina, potrebbe aver utilizzato la carta di debito sottratta a una delle vittime e utilizzata per comprare pacchetti di sigarette.