Foggia, follia in un istituto superiore. Aggredito bidello dai familiari di una studentessa

Irrompono a scuola e riempiono di botte il bidello: il fatto è successo lo scorso martedì, 9 novembre

Cinque contro uno. Un intero nucleo familiare contro un collaboratore scolastico. È stato così picchiato e lasciato a terra, nei corridoi di una scuola di Foggia.

Sull’episodio, accaduto martedì 9 novembre e reso noto soltanto nelle scorse ore, indagano i carabinieri per capire il movente dell’azione violenta. Secondo una prima ricostruzione, in tarda mattinata sarebbe scoppiata la lite tra i familiari di una studentessa della scuola e il collaboratore scolastico, prima aggredito verbalmente e poi fisicamente. Per placare gli animi, è stato reso necessario l’intervento della pattuglia dei carabinieri.

L’uomo, secondo una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stato accerchiato e malmenato, lasciandolo a terra (riferiscono alcuni testimoni dell’aggressione) tanto da richiedere l’intervento del 118. Lo stesso si è fatto medicare in pronto soccorso, dove i medici gli hanno assegnato una prognosi di pochi giorni. Ancora da chiarire il movente della vicenda. Il collaboratore di recente – fanno sapere – si sarebbe reso responsabile di un violento scontro con uno studente: dalle parole, i due sarebbero passati rapidamente ai fatti e solo l’intervento di alcuni professori ha evitato peggiori conseguenze.