Monopoli, concluse le indagini per un dipendente dell’Ospedale

Concluse le indagini da parte dei carabinieri per un dipendente dell’Ospedale di Monopoli

Monopoli, scandalo in ospedale: scoperto un dipendente che lucrava sui beni in possesso della struttura

Dai pc ai toner, fino ad arrivare alla carta igienica. Tutto quello che poteva essere venduto all’esterno dell’Ospedale di Monopoli, veniva prelevato e venduto. Nel giro illecito, anche un dipendente della struttura. La scoperta è stata fatta dai carabinieri a conclusione delle indagini avviate nel 2019. 10 le persone inserite nel registro degli indagarti.
I pedinamenti e le perquisizioni sono state avviate dopo che i militari avevano notato un dipendete della struttura della Asl, mentre entrava ed usciva dall’ospedale negli orari più disparati, anche nei giorni festivi, talvolta con pacchi o buste in mano che hanno stuzzicato la curiosità investigativa dei Carabinieri.
La successiva attività tecnica ha confermato i dubbi dei militari, permettendo di scoprire come il dipendente si appropriasse di materiali di vario genere per poi rivenderli ad altri soggetti ora indagati per ricettazione.
La condotta del dipendente infedele non si è limitato a questo, infatti, è stato sorpreso ad utilizzare i pc dell’Asl per finalità strettamente personali, oltre a procurarsi medicinali attraverso la complicità di un altro indagato.