Aggressione a inviato di Striscia la Notizia: 2 arresti nel Foggiano

Si chiamano Roberto De Cesare, di 30 anni, e Giovanni Russi, di 28, i due giovani di San Severo (Foggia) arrestati e posti ai domiciliari perché accusati di aver aggredito l’inviato del Tg satirico Striscia la Notizia Vittorio Brumotti. I due indagati sono accusati di lesioni nei confronti dell’inviato e verso i tre agenti di polizia rimasti contusi durante l’aggressione.

L’episodio è avvenuto nel quartiere San Bernardino di San Severo (Foggia) mentre l’inviato tentava di registrare un video sull’attività di spaccio di droga. Uno dei due arrestati era sottoposto agli arresti domiciliari mentre quello che materialmente ha colpito Brumotti causandogli ferite giudicate guaribili in 30 giorni, ha precedenti per rapina e droga. Brumotti sarebbe stato colpito con un pugno al volto da Russi mentre stava girando il servizio tv. I due presunti aggressori a breve compariranno dinanzi al gup di Foggia per l’udienza di convalida dell’arresto. “La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà – commenta Brumotti – continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti per i bambini, non si può far finta di nulla”.

Dispiaciuto per quanto accaduto, il primo cittadino Miglio sottolinea che “i sanseveresi sono accoglienti, ospitali, amici di tutti” e spera che Brumotti con la sua troupe “tornino presto: li accoglieremo come nostri ospiti, come la nostra città fa con tutti i suoi visitatori”.