Omicidio a Bari, l’81enne uccisa avrebbe provato a difendersi dal suo aggressore

E da un primo esame esterno effettuato nelle scorse ore da Francesco Introna, medico legale del Policlinico di Bari che si occuperà di effettuare l’autopsia della vittima, è emerso che Anna Lucia Lupelli avrebbe tentato di difendersi dal suo aggressore.

Le lesioni da arma bianca sono state infatti riscontrate su torace, addome e anche sulle mani, segno che la donna ha tentato di proteggersi dai fendenti. Nelle prossime ore il pm che coordina l’indagine, per il momento a carico di ignoti con l’ipotesi di omicidio volontario, disporrà l’autopsia. Si potrà così stabilire con certezza il tipo di coltello usato, la causa esatta della morte e soprattutto a quando risalga. Intanto gli uomini della Squadra mobile stanno ascoltando vicini e di casa e famigliari della vittima.