Bari, controlli potenziati nel corso del fine settimana da parte degli uomini della Polizia di Stato

Fermati 2 rapinatori e 4 le persone denunciate

Controlli a tappeto a Bari: da nord a sud del capoluogo pugliese, gli uomini della Polizia di Stato hanno effettuato controlli straordinari in città. Due le persone arrestate e 4 quelle denunciate. Un bilancio che dimostra la presenza costante della polizia di stato al fine di garantire sicurezza e rispetto delle norme.
I poliziotti sono intervenuti, nel quartiere San Pasquale, a seguito di una rapina subita da un noto caseificio della zona. Gli uomini si sono messi subito alla ricerca dei soggetti in fuga, trovati a bordo di un auto a Japigia.
Dopo l’inseguimento dell’autovettura, nonostante i ripetuti speronamenti da parte dei malviventi sia alla volante di servizio che ad una vettura in sosta, i poliziotti sono riusciti a bloccare la pericolosa corsa dell’auto e arrestato i due uomini.

Si tratta di due fratelli baresi pluri-pregiudicati, il più grande classe ’85 e l’altro classe ‘89. I due si erano introdotti in prima mattinata nel caseificio e, sotto la minaccia di una pistola, che però non hanno mai mostrato, hanno aggredito il titolare dell’attività, colpendolo ripetutamente con calci e pugni; hanno così privato la vittima del telefono cellulare in modo che non chiedesse aiuto e poi dopo averlo bloccato non trovando denaro in cassa, si sono accontentati di alcuni prosciutti e beni in vendita per poi darsi alla fuga, dopo aver aggredito nuovamente la vittima.

Le altre quattro persone denunciate, sono state bloccate dalla polizia nei quartieri San Paolo, Libertà e al centro di Bari. Nel primo caso, si tratta di un ragazzo, classe 93, denunciato per inosservanza delle prescrizioni a suo carico. Nel quartiere Libertà denunciato un extracomunitario per violazione della quarantena imposta dalle misure anti-contagio. Infine nel centro di bari, gli agenti hanno denunciato per Imbrattamento di beni immobili una giovane barese 20enne ed un romeno 21enne con precedenti penali.