Bari, estorsione e minacce: 28enne agli arresti domiciliari

Secondo gli investigatori Avrebbe tentato di estorcere denaro a un cittadino di origini nigeriane e minacciato un negoziante di telefonia in pieno centro 

Avrebbe tentato di estorcere denaro ad un cittadino di origini nigeriane e minacciato un negoziante di telefonia in pieno centro a Bari. Sono queste le accuse che hanno portato all’arresto di un 28enne già noto alle forze dell’ordine. Secondo la squadra mobile, che ha eseguito l’arresto, il giovane, a inizio luglio, cercò di estorcere la somma di 500 Euro a un cittadino nigeriano, a fronte della restituzione di una bicicletta elettrica che gli era stata sottratta poco prima.

Temendo di essere stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza di un negozio di telefonia mobile del centro cittadino, il 28enne ha cercato di farsi consegnare I filmati dal titolare dell’esercizio commerciale e al suo rifiuto, stando alle indagini, lo avrebbe minacciato ripetutamente, dicendogli che ci sarebbero state gravi conseguenze per lui e la sua attività. Le indagini hanno quindi consentito alla polizia di Bari di risalire proprio all’indagato . La misura cautelare è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari su richiesta della Procura: per il 28enne sono scattati gli arresti domiciliari.