Aperta indagine sulla morte dell’ex primario Vittorio Patella

Patella è morto a Rosa Marina: disposta l’autopsia, due indagati

Sulla morte dell’ex primario Vittorio Patella, che ha perso la vita a Rosa Marina mentre faceva il bagno, la Procura di Brindisi ha aperto un fascicolo per il reato di omicidio colposo nei confronti di due persone. In giornata arriveranno i risultati dell’autopsia. 

Nel fascicolo sono stati scritti due nomi. Due bagnini in servizio sulla spiaggia di Rosa Marina, sul litorale di Ostuni, dove è morto l’ex primario barese Vittorio Patella, mercoledì 18 agosto.

Si tratta di atto dovuto a garanzia degli stessi, affinché possano essere rappresentati da un perito di parte in occasione dell’autopsia, prevista nelle ore prossime e che stabilirà la causa del decesso. Il pm del tribunale di Brindisi, intanto, ha aperto un fascicolo per il reato di omicidio colposo.

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio del 18 agosto: Patella, già professore ordinario presso la scuola di Medicina del Policlinico, ex coordinatore e direttore sanitario del centro medico polispecialistico Pianeta Salute di Bari, si è sentito male mentre si trovava in mare. Trascinato a riva, è stato sottoposto a vani tentativi di rianimazione, praticati anche dal personale del 118.

L’esame autoptico dovrà chiarire se il decesso sia avvenuto a causa di un malore o a seguito di un annegamento e se poi il 74enne sia stato soccorso in modo adeguato. In quest’ottica è al vaglio la posizione due indagati, a carico dei quali è da vedere se possano ravvisarsi delle responsabilità. La Procura avrebbe anche acquisito delle foto scattate poco prima del dramma.