Marina di Lesina, 48enne muore dopo un malore. La denuncia dei residenti

Istituzioni assenti e ambulanze arrivate in ritardo. È la denuncia dei turisti e dei residenti di Marina di Lesina che ieri hanno assistito alla morte improvvisa di un uomo di 48 anni che, nei pressi della propria abitazione, ha accusato un malore che lo ha stroncato nel giro di pochi minuti.

L’indignazione degli abitanti che hanno assistito alla tragedia è stata espressa sul gruppo Facebook “Salviamo Marina di Lesina” dove un uomo del luogo ha pubblicato un lungo sfogo in cui ha denunciato il grande ritardo delle ambulanze, arrivate quando ormai per il 48enne non c’era più nulla da fare. Vani sono stati i tentativi dei residenti di cercare un medico tra gli occupanti delle abitazioni vicine. L’ultimo disperato tentativo è stato invece fatto con un defibrillatore di proprietà di un lido balneare. Il tutto, mentre i soccorsi ancora non erano arrivati.

“Ingiusto morire così” scrivono in molti a commento della denuncia della mancanza di un adeguato punto di pronto intervento. Qualcuno, per sopperire all’assenza delle istituzioni, ha proposto una raccolta fondi per acquistare un defibrillatore di comunità.

Nel frattempo, mentre il 48enne perdeva la vita in viale Marte, un uomo veniva ferito in mare dall’elica di un gommone e anche in questo caso le ambulanze hanno tardato ad arrivare. Ferito in più parti sul corpo e al volto, ora è ricoverato all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza dove è stato trasportato a bordo di un elisoccorso atterrato in un prato all’ingresso della località.