Puglia, nuovo locale chiuso nel Barese per il mancato rispetto delle norme anti contagio

Chiude un altro locale, perché non ha rispettato le normative vigenti anti covid. Balli scatenati subito bloccati dai carabinieri. Questa volta accade a Giovinazzo, nel Barese, dove i militari hanno sanzionato una nota discoteca della città per il mancato rispetto delle norme anti covid. Gli uomini sono intervenuti per alcuni controlli notturni nel locale, accertando che all’interno non venivano somministrati solo alimenti e bevande, ma vi era un assembramento con balli senza mantenere il distanziamento interpersonale.
Non è la prima chiusura in Puglia. Tra Porto Selvaggio e Porto Cesareo, nei giorni scorsi carabinieri, polizia e Guardia di Finanza sono stati impegnati in sanzioni di locali e blocchi di rave party non autorizzati.
A Porto Selvaggio, sul litorale di Nardò, gli agenti della polizia sono intervenuti in un noto locale della zona, ordinandone la chiusura per la seconda volta in meno di un mese. Oltre ad aver deciso per la chiusura del locale, la polizia ha anche sanzionato cinque dipendenti.
Anche a Porto Cesareo la polizia, insieme a carabinieri e guardia di finanza, è intervenuta per interrompere un rave party al quale stavano prendendo parte circa 300 ragazzi, già tutti identificati. Si cercano ora i titolari dello spiazzo in cui la festa abusiva si stava svolgendo e gli organizzatori dell’evento. Le forze dell’ordine hanno ipotizzato che la festa stesse proseguendo dalla sera prima visto il visibile stato di ubriachezza in cui i ragazzi sono stati trovati.