Toritto, vendeva droga all’interno della sua attività commerciale: arrestata 34enne con precedenti

Vendeva droga all’interno della sua attività commerciale, per questo una donna di 34 anni di Toritto, nel Barese, è stata arrestata dai carabinieri della locale stazione ed è stata denunciata in stato di libertà con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La perquisizione è scattata a seguito di numerose segnalazioni che i militari hanno ricevuto negli ultimi giorni e che denunciavano un continuo andirivieni di clienti dal locale commerciale della donna e dalla sua abitazione. Quando i carabinieri sono entrati nell’attività commerciale, la donna, colta di sorpresa, è corsa sul retro del negozio, portandosi una mano alla bocca. I militari così l’hanno immediatamente invitata a consegnare quanto stesse nascondendo. Dopo qualche tentennamento la 34enne ha estratto dalla bocca un involucro di carta d’alluminio, all’interno del quale erano occultate ben 11 cipolline di cocaina, che la donna aveva tentato invano di ingerire. Subito dopo, i militari hanno proseguito con la perquisizione, rinvenendo anche diverso denaro in contante, non collocato all’interno della cassa dell’attività commerciale e ritenuto essere il provento della parallela attività della donna. In totale, i militari hanno sequestrato complessivi 5,7 grammi di cocaina, la somma contante costituita da banconote di piccolo taglio ed ammontante a 1.510 euro, oltre ad un cellulare Nokia, un modello privo di connessione internet e su cui solitamente viene installata una sim intestata ad una terza persona. Viste le modalità di detenzione della sostanza, il fatto che la stessa fosse frazionata in più dosi e pronta per essere venduta, gli investigatori hanno fin da subito escluso che il possesso di quanto rinvenuto fosse per uso personale ed hanno quindi proceduto al sequestro, mentre per la 34enne, che ha precedenti specifici nel settore degli stupefacenti, è scattata la denuncia.