Ucciso a San Severo: restano critiche condizioni bimbo

Restano molto critiche le condizioni del piccolo di 6 anni ferito in un agguato a San Severo (Foggia) nel quale è rimasto ucciso a colpi di pistola lo zio Matteo Anastasio, 42 anni, pregiudicato, mentre erano assieme in scooter durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli Europei di calcio. “Al momento – fanno sapere dal Policlinico Riuniti – il bambino è in coma farmacologico, intubato e connesso a un ventilatore meccanico per l’assistenza respiratoria. Verrà strettamente monitorata l’evoluzione delle sue condizioni cliniche, soprattutto nella eventualità che si renda necessario un intervento chirurgico nelle prossime ore o giorni. Si occupa di lui una equipe multidisciplinare composta da rianimatori, chirurghi e radiologi”, concludono dall’ospedale di Foggia.