Crollo della palazzina a Barletta, in pericolo di vita i tre feriti, ricoverati in Rianimazione al Policlinico di Bari

Crollo della palazzina a Barletta, in pericolo di vita i tre feriti, al momento ricoverati in rianimazione al Policlinico di Bari.

Sono in pericolo di vita le tre persone coinvolte nel crollo della palazzina in una traversa di via Roma, in pieno centro a Barletta. Nella tarda serata di ieri, intorno alle 21, un forte boato e poi il crollo, molto probabilmente causato da una fuga di gas. Tra i feriti, un calzolaio, sua moglie e un tecnico giunto sul posto per accertare le condizioni della bombola di gas. Da quanto si apprende, infatti, già nel primo pomeriggio la coppia barlettana avrebbe sentito un forte odore di gas e avrebbe quindi chiamato un tecnico per un sopralluogo. Il tecnico sarebbe poi giunto in serata. Forse quando ormai era già troppo tardi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e i sanitari del 118, che hanno immediatamente trasportato i feriti al pronto soccorso del Policlinico di Bari. e loro condizioni sono subito parse gravi ai sanitari che, dopo aver trattato le ustioni riportate, hanno spostato i pazienti nel reparto di Rianimazione del nosocomio barese.

Via Curci, teatro della tragedia, si trova a poca distanza da via Roma dove, il 3 ottobre 2011, il crollo di una palazzina uccise quattro operaie ed una ragazzina che erano in una maglieria al piano terra dell’edificio. Stando all’ipotesi accusatoria, il crollo fu causato dai lavori di demolizione della palazzina adiacente a quella dove c’era la maglieria.