Crolla una palazzina a Barletta, tre i feriti

E’ di tre feriti, due uomini e una donna, il bilancio del crollo di una palazzina mercoledì sera in via Giuseppe Curci, a Barletta, probabilmente causato da una fuga di gas.

A quanto si apprende uno dei due uomini rimasti feriti è il tecnico che era stato chiamato per intervenire su una bombola di gas apparentemente difettosa.

Sul posto i soccorritori hanno prima rimosso a mano i blocchi di tufo per cercare mettere in salvo i feriti, poi con una piccola ruspa coordinata dai vigili del fuoco.

Via Giuseppe Curci si trova a poca distanza da via Roma dove, il 3 ottobre del 2011, il crollo di una palazzina uccise quattro operaie ed una ragazzina (figlia del titolare della ditta) che erano in una maglieria al piano terra dell’edificio. Stando all’ipotesi accusatoria, il crollo fu causato dai lavori di demolizione della palazzina adiacente a quella dove c’era la maglieria.

Gli altri due feriti sono marito e moglie e sono stati trasferiti nel centro ustioni del Policlinico di Bari. Le loro condizioni sono serie, ma non sarebbero in pericolo di vita. Sia i coniugi sia il tecnico che stava operando sulla bombola del gas hanno riportato traumi e ferite da ustioni. Il tecnico è ricoverato a Barletta.