Salento, coppia si sposa e poi fugge senza pagare conto alla sala ricevimenti

Dopo aver festeggiato il loro matrimonio in grande stile, sono fuggiti senza pagare il conto alla sala ricevimenti che aveva organizzato il rinfresco. E’ accaduto in Salento, nel lontano 2016. Vittime della truffa i titolari di Villa Vergine, dimora settecentesca alle porte di Cutrofiano. In questi giorni, il giudice per le indagini preliminari ha disposto un decreto di citazione a giudizio nei confronti della coppia, accusata di insolvenza fraudolenta. Il processo quindi si aprirà il 2 luglio prossimo. Tredicimila euro il conto non pagato dalla coppia di 38 e di 35 anni che si è resa irreperibile. Dalla sala ricevimenti ci raccontano come è andata: “Dopo aver festeggiato il loro matrimonio, i due sposi hanno pernottato all’interno della struttura. Poi – riferiscono – il giorno successivo hanno preparato i bagagli e sono passati dal nostro ufficio, lasciandoci un piccolo acconto e dicendo di dover andare in auto per prendere il resto. Ma poi sono fuggiti. Abbiamo provato a chiamarli insistentemente, ma invano”. Le telefonate sono continuate e alla fine, non ottenendo alcuna risposta, si è passati alle vie legali. Gli sposi risultano essere nullatenenti, quindi i giovani sposini sapevano già di non poter saldare il conto ed è qui che si configura il reato di truffa, come evidenziano dalla struttura. “E’ la prima volta in 20 anni di lavoro che ci capita una situazione del genere. Un episodio – continuano dalla sala ricevimenti salentina – che fa specie se si pensa che ogni matrimonio vede coinvolte entrambe le famiglie dei convolati a nozze. Ed è difficile pensare che il percorso di una nuova coppia possa iniziare nel segno della truffa e dell’illecito”.