Taranto, sperona due auto della polizia dopo un inseguimento: arrestato 34enne

Un lungo inseguimento per le vie del centro. Da un lato un pregiudicato alla guida spericolata di un’auto, dall’altra le volanti della polizia. Non è la scena di un film, ma ciò che è realmente accaduto per le strade di Taranto, dove un 34enne ha ignorato diversi posti di blocco e ha speronato, senza esitazione, due pattuglie per cercare di sottrarsi al controllo. Gli agenti si sono messi sulle sue tracce dopo aver appreso che l’uomo, alla guida di un’Alfa 147, stava percorrendo a folle velocità le vie del centro cittadino mettendo a repentaglio l’incolumità di automobilisti e pedoni. È risultato sprovvisto di patente di guida, mai conseguita, e in possesso di un coltello della lunghezza di 32 centimetri.

L’inseguimento, andato avanti per 35 minuti, è iniziato in zona Borgo e si è protratto lungo la statale 172, toccando punte di 170 km/h. Il culmine nel quartiere Salinella, alle spalle dello stadio Iacovone, dove il fuggitivo nell’ultimo tentativo di forzare l’ennesimo posto di blocco, ha speronato due auto della polizia, finendo la sua corsa in un’aiuola spartitraffico. In quel momento il 34enne, pur sapendo che non ci fosse più nulla da fare non si è arreso. Circondato dai poliziotti e per nulla rassegnato, l’uomo si è barricato nel suo abitacolo, provando a far ripartire la sua auto ma poi ha dovuto desistere. L’uomo è stato quindi portato in Questura e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello. La sua auto, sprovvista della copertura assicurativa, è stata sequestrata. In seguito allo speronamento, due agenti hanno riportato lievi contusioni.