A.Mittal, Operaio licenziato: sit in a Taranto e Roma

 

 

Sull’asse Taranto – Roma questa volta viaggia lo sciopero e il presidio di protesta, annunciato per mercoledì 14 aprile dall’USB, a sostegno di Riccardo Cristello.
La storia dell’operaio Ex Ilva licenziato, a causa di un suo post contro l’azienda, ha fatto il giro del web e mosso l’opinione pubblica. Sindacati e mondo della politica in modo particolare. Per questo, è stato annunciato proprio per mercoledì prossimo lo sciopero e il presidio dinanzi alla direzione dello stabilimento, al quale parteciperà anche il lavoratore licenziato.

Dalle 9 di giovedì 15 aprile, invece, una delegazione dell’Unione sindacale di base insieme a Riccardo Cristello sarà in presidio permanente sotto la sede del Ministero del Lavoro per chiedere al ministro Orlando di poter fornire spiegazioni sulla vicenda.
Intanto, Usb nazionale ha avviato una raccolta firme contro il licenziamento dell’impiegato. Tra i primi a firmare c’è il senatore Gianluigi Paragone che ha presentato sull’argomento una interrogazione ai ministri Giorgetti e Orlando.

Vicini alla vicenda, anche i lavoratori dello stabilimento di Genova che rimarranno a braccia conserte per un’ora, a testimonianza della propria vicinanza al dipendente licenziato e alla sua famiglia. Vicinanza anche dal mondo dell’associazionismo: “Guido Rossa” con un comunicato ha espresso totale indignazione per il comportamento dell’azienda. Inoltre solidarietà anche da parte di Giustizia per Taranto, Peacelink, l’associazione Madonna delle Grazie e molte altre associazioni che man mano si aggiungono alla lista.