Controlli anti Covid, San Marco in Lamis: in 12 sorpresi a bere al bancone di un bar

Durante un servizio di pattuglia, i carabinieri hanno notato anche un gruppo di giovani che stazionavano nei pressi della villa comunale

Il drammatico andamento della terza ondata pandemica, non sembra spaventare alcune persone che continuano a violare le norme anti Covid. A San Marco in Lamis, nel Foggiano, i carabinieri hanno sorpreso 12 persone intente a consumare bevande al bancone di un bar, e una comitiva di giovani mentre beveva birra su una panchina nei pressi della villa comunale. In particolare, i militari hanno notato la presenza nei pressi del banco di mescita di una dozzina di persone che alla vista dei carabinieri si sono allontanati repentinamente. Ne è seguita la contestazione del relativo illecito amministrativo al gestore di quel locale di cui è stata disposta la chiusura per 5 giorni e la proposta alla Prefettura per l’ulteriore chiusura di un mese. Sempre i carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis, durante un servizio di pattuglia, hanno notato anche un gruppo di giovani che stazionavano nei pressi della villa comunale, dove, seduti su alcune panchine, consumavano birre. Alla vista dei militari tutti si sono allontanati prima di essere identificati a eccezione di un 25enne del luogo il quale, dopo essere stato raggiunto, ha opposto resistenza, minacciando i carabinieri. Con non poche difficoltà i militari sono riusciti a bloccarlo e arrestarlo per il reato di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Sottoposto agli arresti domiciliari, il Tribunale di Foggia ha convalidato l’arresto e disposto a suo carico l’obbligo di presentazione quotidiana ai carabinieri. Nel corso dei vari controlli eseguiti da parte di tutte le pattuglie, sono state inoltre eseguite 10 perquisizioni personali, controllate 45 persone sottoposte ai domiciliari e 10 esercizi pubblici. 123 gli automezzi controllati, 168 le persone identificate e 139 le autocertificazioni ritirate.