Duplice omicidio e suicidio a Massafra, nel Tarantino: è stato trovato impiccato l’uomo che ha ucciso moglie e suocera

E’ l’incredulità della gente a poche ore dal duplice omicidio e poi suicidio che ha sconvolto un’intera comunità. A Massafra in provincia di Taranto, si è consumata una tragedia, alla quale gli stessi cittadini non credono ancora.

Un uomo di 61 anni ha ammazzato moglie e suocera, prima di togliersi la vita. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, che è stato trovato impiccato a un albero nei pressi di Palagiano, avrebbe tentato di uccidersi buttandosi in un pozzo qualche ora prima.

Il suo gesto dettato probabilmente dal massacro consumato nel tardo pomeriggio di ieri: aveva ucciso la moglie, di 65 anni, e la suocera, di 92, colpendole alla gola con un coltello e, si ipotizza, anche con un attrezzo che usava per il suo lavoro di potatore.

Dopo aver dato l’allarme ai carabinieri rivelando cosa aveva fatto, ha annunciato che sarebbe scappato per uccidersi. L’uomo si è quindi allontanato con la sua auto, ha staccato il telefono e ha fatto perdere le tracce.
Subito dopo il duplice delitto, era scattata una vasta battuta dei carabinieri che aveva interessato tutta l’area di Massafra e vicinanze, un territorio caratterizzato da gravine e dirupi.

Le armi del duplice delitto non sono state ritrovate nell’abitazione di Massafra, segno probabilmente che l’uomo le ha portate con sè. Secondo l’ipotesi più accreditata, la tragedia è scaturita dopo una nuova lite in famiglia. La coppia viveva con l’anziana suocera nella stessa abitazione e non aveva figli.